Martedì, 16 Settembre 2014 02:00

Alta Termica e Brezze

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Spesso si sente parlare di alta pressione o bassa pressione e alcune volte si sente parlare di alta pressione termica. Si differenzia da quella dinamica per la sua struttura e per la sua genesi.

Spiegherò nella maniera più semplice possibile la genesi di un’alta termica. Innanzi tutto quando si parla di alta pressione termica (valori sul livello del mare) si intende una situazione barica più alta rispetto ad una località adiacente. Possiamo avere alte pressioni termiche estese pochi km oppure centinaia di km. La base per avere un’alta termica è determinata dal raffreddamento di una località oppure al riscaldamento di una località adiacente.

Semplicemente la situazione in una zona costiera di mare Adriatica in estate. Di notte e al primo mattino la zona di mare ha una temperature più elevata rispetto alla costa che si è raffreddata di notte per dispersione termica (in estate il Mediterraneo può raggiungere temperature di circa 25-26 gradi) . Questo disavanzo termico provoca una temporanea zona di bassa pressione in mare e alta pressione sulla costa. L’aria, che di natura tende a spostarsi verso le zone di bassa pressione, si sposta per colmare il disavanzo barico dalla costa verso il mare. Una brezza di terra…..

Nel pomeriggio la terraferma si riscalda a valori ben più elevati della temperaturea superficiale del mare andando a creare una temporanea zona di bassa pressione. L’aria in questo caso comincia ad affluire dal mare verso la terraferma andando a creare una brezza di mare. Nelle giornate più calde ed assolate si può creare anche un discreto venticello che spira verso la terraferma. Stessa cosa per quel che riguarda le brezze di monte e valle dove l’aria spira verso le zone che subiscono un forte riscaldamento rispetto alle zone adiacenti (valle più calda di giorno e fredda di notte).

Questa fase di continuo equilibrio fisico si ha in condizioni di tempo perfettamente stabile,ossia una situazione che non vede l’arrivo di fronti o depressioni o movimenti di vento su larga scala. L’alta termica russo siberiana invece si forma quando una massa di aria particolarmente fredda interessa quelle zone fino a creare i presupposti per un notevole raffreddamento al suolo. In questo caso, l’alta pressione, estesa anche migliaia di km, crea un cuscino di aria fredda nei bassi strati a volte non scalfibile nemmeno dalle perturbazioni in quota.

Una alta pressione termica russo siberiana a volte può sopravvivere per mesi e può determinare notevoli raffreddamenti delle zone circostanti attraverso i movimenti dinamici dell’atmosfera che tendono a spostare masse di aria alle basse quote.

Ultima modifica il Martedì, 16 Settembre 2014 22:29

Archivio Articoli

  • Downburst del 7 agosto 2019 >

    Read More
  • Nevicata del 10 dicembre 2017 in provincia di Brescia >

    Ecco la nevicata in formato compresso avvenuta nella giornata di Read More
  • Aprile (2016) non ti scoprire??? >

    Il famoso detto riguardo al mese di Aprile per ora Read More
  • Temporale assurdo a Palazzolo sull'Oglio e dintorni >

    Si temeva una giornata turbolenta ma forse in alcune zone, Read More
  • Un luglio 2015 da record >

    Finito luglio tiriamo un po di somme. possiamo dichiarare che Read More
  • 1

Chi c'è on line

Abbiamo 85 visitatori e nessun utente online