Venerdì, 20 Febbraio 2015 20:43

Treno di perturbazioni in arrivo!

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Sembra proprio che dal weekend si apra un periodo dinamico con apertura di un corridoio di correnti da nordovest. L'ingresso dal nord della Francia sarà l'ideale strada per situazioni di maltempo anche intenso. Vediamo gli effetti in provincia.

 

 

Della prima perturbazione ne abbiamo già parlato, però possiamo vedere le prime proiezioni al dettaglio per la nostra provincia.

In copertina vediamo la proiezione delle precipitazioni comprese fra le ore 06 di domattina e le 18 del pomeriggio. Notiamo subito precipitazioni più consistenti sulla fascia alpina e prealpina. In mattinata e nel primo pomeriggio la neve dovrebbe cadere a quote medio basse quindi da circa 700-800 metri di altitudine in su. Da metà pomeriggio abbiamo un innalzamento della temperatura in quota e conseguentemente una quota neve più elevata. Verso sera la neve non dovrebbe cadere a quote inferiori ai 1000 metri.

La mappa sottostante mostra le precipitazioni attese fra le ore 18 di domani e le ore 06 di Domenica.

rain12h 3

Gli accumuli come possiamo vedere non sono particolarmente elevati, quindi per quello che ci riguarda ci sarà un peggioramento distribuito fra la notte in arrivo e tutta la mattina di Domenica. Dal pomeriggio di domenica ci dovrebbe essere un sensibile miglioramento delle condizioni atmosferiche a partire dai rilievi occidentali fino a tutte le pianure. Ci attendiamo quindi complessivamente un pomeriggio per gran parte discreto.

La perturbazione sembra aprire un periodo molto variabile con perturbazioni e pause anticicloniche a più riprese e dalla visione del modello europeo di Reading sembra proprio che la primavera ,nella sua faccia perturbata, inizi a fare la sua comparsa sulla penisola e quindi anche da noi.

Come si può vedere dalle mappe mostrate sotto evidenziamo altri 2 fronti intensi, che entrando direttamente da nord dovrebbero determinare per noi peggioramenti di moderata intensità ma di breve durata. Molti dubbi abbiamo ancora riguardo al terzo fronte atteso sabato 28 febbraio. Tutti i modelli principali mostrano questo nuovo peggioramento ma l'ingresso della perturbazione non può essere determinata ad ora con esattezza vista la distanza temporale di previsione (7 giorni) che non garantisce una buona affidabilità della previsione. Prendiamo come linea di tendenza da seguire con attenzione anche questo nuovo peggioramento del seguente weekend per via dell'omogeneità previsionale di tutti i principali modelli.

get legacy plot web249 20150220185646 8263 1885

get legacy plot web249 20150220185722 8266 1913

 

Come si può vedere nelle mappe sopra mostrate è stata evidenziata la posizione dell'alta pressione delle Azzorre, che probabilmente per tutta settimana resterà confinata fra zona Azzorre in Atlantico e Ovest Europa consentendo alle correnti da nord di incunearsi verso il Mediterraneo.

Ci sentiremo i prossimi giorni per parlare meglio del fronte di martedì, che potrebbe portare ancora precipitazioni nevose a quote medio basse.

Letto 2108 volte Ultima modifica il Venerdì, 20 Febbraio 2015 21:14

Archivio Articoli

  • Downburst del 7 agosto 2019 >

    Read More
  • Nevicata del 10 dicembre 2017 in provincia di Brescia >

    Ecco la nevicata in formato compresso avvenuta nella giornata di Read More
  • Aprile (2016) non ti scoprire??? >

    Il famoso detto riguardo al mese di Aprile per ora Read More
  • Temporale assurdo a Palazzolo sull'Oglio e dintorni >

    Si temeva una giornata turbolenta ma forse in alcune zone, Read More
  • Un luglio 2015 da record >

    Finito luglio tiriamo un po di somme. possiamo dichiarare che Read More
  • 1

Chi c'è on line

Abbiamo 108 visitatori e nessun utente online